Wait! Fashion https://www.waitfashion.com Talenti e avanguardie creative Fri, 03 Apr 2020 20:05:28 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.4 Nike x Stüssy: il secondo drop è finalmente online https://www.waitfashion.com/nike-x-stussy-il-secondo-drop-e-finalmente-online/ https://www.waitfashion.com/nike-x-stussy-il-secondo-drop-e-finalmente-online/#respond Fri, 03 Apr 2020 20:05:28 +0000 https://www.waitfashion.com/?p=71428 Ha scalato le classifiche del web, sold out in una manciata di minuti, oggi è stata rilasciata la seconda release. La limited edition di cui tutti parlano è quella tra Nike e Stüssy, i due maggiori esponenti dello sportswear e

L'articolo Nike x Stüssy: il secondo drop è finalmente online sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>

Ha scalato le classifiche del web, sold out in una manciata di minuti, oggi è stata rilasciata la seconda release. La limited edition di cui tutti parlano è quella tra Nike e Stüssy, i due maggiori esponenti dello sportswear e dello streetwear internazionale.

La collaborazione Nike x Stüssy, lanciata online la scorsa settimana, il 27 Marzo, è tornata  per un secondo drop. 

I pezzi chiave sono sicuramente le Air Zoom Spiridon Caged 2, che già conoscevamo dal 2003, ma che per il 2020 sono state presentate in una veste tutta nuova. La sneaker è stata aggiornata con un look ispirato alla rete di persone che si uniscono per sostenere un movimento, la particolarità è la tomaia in canapa eco-solidale.
Ad esse è stata affiancata una collezione completa di apparel di tute co-branded. 

Per questo secondo drop, le varianti di colore sono due: La prima è la “Fossil”, la quale gioca su una combinazione sabbia-nero, composta da una tomaia che sembra fatto a maglia, suola color sabbia, Swoosh e dettagli suola neri. La seconda, “Pure Platinum”, è composta da una base a rete, total black, rifinita con dettagli metallizzati e suola bianca e nera. 

Per completarle, lo Swoosh laterale è accompagnato dal branding “Stüssy” sull’heel, sulla linguetta, suola e sulla punta della sneaker.

Il prezzo di vendita è di 161€ e saranno disponibili sul sito ufficiale Nike e negozi selezionati.

L'articolo Nike x Stüssy: il secondo drop è finalmente online sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
https://www.waitfashion.com/nike-x-stussy-il-secondo-drop-e-finalmente-online/feed/ 0
Jacquard by Google x Levi’s ® : La Trucker Jacket intelligente https://www.waitfashion.com/jacquard-by-google-x-levis-la-trucker-jacket-intelligente/ https://www.waitfashion.com/jacquard-by-google-x-levis-la-trucker-jacket-intelligente/#respond Fri, 03 Apr 2020 19:03:04 +0000 https://www.waitfashion.com/?p=71241 E se potessimo rimanere connessi ma contemporaneamente non guardare il display del cellulare? “Connected, not distracted” è la nuova campagna social di Google Atap (Advanced Technology & Projects) che, attraverso una serie fotografica che cattura i volti di giovani artisti

L'articolo Jacquard by Google x Levi’s ® : La Trucker Jacket intelligente sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>

E se potessimo rimanere connessi ma contemporaneamente non guardare il display del cellulare?

“Connected, not distracted” è la nuova campagna social di Google Atap (Advanced Technology & Projects) che, attraverso una serie fotografica che cattura i volti di giovani artisti di talento, ci racconta la collaborazione tra Jacquard by Google e l’iconico Brand Levi’s®.

 Ma cos’è Jacquard by Google? Il futuro dello Smart Clothing. Con semplici gesti un dispositivo invisibile inserito nel capo d’abbigliamento ti permette di controllare lo smartphone.

L’obiettivo è restare sempre connessi, non solo al mondo digitale ma anche, e forse soprattutto, a quello che ci circonda: perché chiunque tra noi, almeno una volta nella sua vita, ha distolto lo sguardo dall’interlocutore per guardare le notifiche sui social. 

La giacca in denim da la possibilità di ascoltare la musica, effettuare chiamate, scattare foto, ricevere notifiche e molto altro, semplicemente “toccandosi” il braccio sinistro. 

Tutto ciò è completamente personalizzabile tramite l’app di Jacquard. 

I gesti sono quattro e ciascuno può essere “modificato” fino a poter gestire diciannove attività diverse.

Potresti decidere di associare al blu il numero di telefono del tuo migliore amico e al rosso quello del tuo boss e sapere così in anticipo che tono assumere durante la telefonata, o anche  ascoltare le news con un doppio click.

Il capo-spalla viene proposto in quattro tonalità di denim, dal blu scuro a quello chiarissimo, e nel modello Sherpa, con la fodera in pelliccia sintetica. 

Il prezzo è superiore rispetto alla normale Trucker Jacket, ma, decisamente appropriato. 

In questo modo, il Brand, che 150 anni fa diede vita al blue jeans, si fa pioniere di una tecnologia che guarda al futuro della moda e unisce stile classico ad avanguardia digitale. 

Levi’s, tuttavia, non è l’unico Brand ad aver collaborato con Jacquard.

La più recente collaborazione è quella con Adidas e EA Sports per creare GMR, una rivoluzionaria soletta dotata di tag per il tracking dei movimenti. Inserendola nelle scarpette da calcio, la reale attività fisica si fonde con il digital gaming. 

 Non molto tempo fa, anche Yves Saint Laurent ha progettato con Google Atap il Cit-e backpack. L’elegantissimo zaino in Canvas presenta i sensori nella cinghia sinistra.

Chi ha mai detto che classe e High Tech non possano convivere? 

Lo Smart clothing sembra segnare la fine definitiva della distanza tra reale e virtuale: un concetto che non può essere giudicato negativamente se si pensa ad una collaborazione come quella tra Google e Levi’s®. 

Scopri anche la collaborazione di Levi’s® x Super Mario™!

L'articolo Jacquard by Google x Levi’s ® : La Trucker Jacket intelligente sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
https://www.waitfashion.com/jacquard-by-google-x-levis-la-trucker-jacket-intelligente/feed/ 0
MIKE AMIRI rimette insieme i pezzi nella Spring-Summer collection 2020 https://www.waitfashion.com/mike-amiri-rimette-insieme-i-pezzi-nella-spring-summer-collection-2020/ https://www.waitfashion.com/mike-amiri-rimette-insieme-i-pezzi-nella-spring-summer-collection-2020/#respond Fri, 03 Apr 2020 15:44:46 +0000 https://www.waitfashion.com/?p=71463 La voce creativa fuori dal coro di Mike Amiri si fa sentire con una nuova collezione dallo spirito libero e indipendente. Una linea giovane e fresca diventa la paladina della sottocultura dei rocker, e non solo. Libertà, leggerezza, armonia, eleganza e

L'articolo MIKE AMIRI rimette insieme i pezzi nella Spring-Summer collection 2020 sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>

La voce creativa fuori dal coro di Mike Amiri si fa sentire con una nuova collezione dallo spirito libero e indipendente. Una linea giovane e fresca diventa la paladina della sottocultura dei rocker, e non solo. Libertà, leggerezza, armonia, eleganza e serenità: queste sono le parole che restituiscono l’essenza della spring-summer collection Amiri 2020. Tutto scorre in modo così calmo e naturale… ecco la sensazione che fanno provare i pezzi della collezione.

È dalle strade californiane che nasce il brand di tutti quelli che si sentono dei ribelli con stile. Cool e senza sforzo, i capi Amiri danno respiro a un’anima rock and roll che vuole apparire naturale e spontanea.

Amiri ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda realizzando pezzi unici per gli iconici hard rocker come Axl Rose e Steven Tyler. La passione per l’estetica rock and roll lo ha portato a progettare una capsule collection per il concept store di Los Angeles Maxfield, segnando il lancio della sua omonima linea di moda di lusso nel 2014.

Da questo momento Amiri diventa quel canto di ribellione, rivolta e libertà che ha catturato in pochissimo tempo il cuore della cultura underground. Un designer che scava nel passato per restituire una personalità unica ai suoi capi. Proprio come i rockabilly (letteralmente facce da schiaffi) dallo spirito insolente e audace, Mike non ha paura di portare il lusso nello street style.

In nome della leggerezza, comodità e libertà, i celebri strappi dei suoi iconici denim sono diventati il tratto distintivo del marchio. Diventano i jeans preferiti da Justin Bieber e Gigi Hadid, ma la visione creativa del designer non può certo fermarsi al solo amore per il denim. Bomber, tank tops, t-shirt e giacche completano un outfit audace e coraggioso, ma che rimane fedele alla sua semplicità.

A volte i capi più semplici sono i più complicati da rendere speciali, rivela Mike. Ed è proprio in questa semplicità che un look vissuto diventa la bandiera di tutti quelli che non hanno paura di sfidare le convenzioni.

Il New York Times definiva negli anni ’50 lo stile stile rockabilly come “una malattia tribale di cui sono vittime gli adolescenti”. Che dire… siamo felici che questo virus sia riuscito a contaminare anche noi con gli abiti di Amiri. Le sue creazioni hanno anche ricevuto riconoscimenti anche dal mondo dell’industria, come nel 2018 quando il designer ha ricevuto una nomination al CFDA.

Non avere paura di essere anche tu un rivoluzionario e tieniti aggiornato sul profilo Instagram di Mike Amiri!

Scopri anche AREA un altro brand da tenere d’occhio.

L'articolo MIKE AMIRI rimette insieme i pezzi nella Spring-Summer collection 2020 sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
https://www.waitfashion.com/mike-amiri-rimette-insieme-i-pezzi-nella-spring-summer-collection-2020/feed/ 0
BRAND DA TENERE D’OCCHIO: AREA https://www.waitfashion.com/brand-da-tenere-docchio-area/ https://www.waitfashion.com/brand-da-tenere-docchio-area/#respond Fri, 03 Apr 2020 08:04:57 +0000 https://www.waitfashion.com/?p=71208 Durante le ultime sfilate abbiamo avuto modo di scoprire tanti brand nuovi e interessanti, tra stilisti emergenti e brand di nicchia, che ci hanno ispirato e dato idee. In particolare tra questi ce n’è uno che ha catturato la nostra

L'articolo BRAND DA TENERE D’OCCHIO: AREA sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>

Durante le ultime sfilate abbiamo avuto modo di scoprire tanti brand nuovi e interessanti, tra stilisti emergenti e brand di nicchia, che ci hanno ispirato e dato idee.

In particolare tra questi ce n’è uno che ha catturato la nostra attenzione, stiamo parlando del brand AREA.

Nato nel 2014 a downtown, New York, dal duo di designer Beckett Fogg e Piotrek Pansczczyk, è un brand ormai affermato e distribuito al livello mondiale che produce abbigliamento e accessori con un focus particolare sulla qualità e l’innovazione del design curato al dettaglio.

I due designer, provenienti da mondi diversi geograficamente ma affini stilisticamente, si sono conosciuti durante gli studi presso la prestigiosa Parsons School e da lì hanno unito le forze creando un immaginario basato sulla continua esplorazione del mondo della femminilità e della bellezza, temi ricorrenti nell’estetica di AREA.

Ogni pezzo creato da loro è estremamente riconoscibile grazie al sapiente lavoro che viene fatto con i tessuti, lavorati e decorati in maniera unica.

Le ispirazioni delle collezioni sono davvero tante, da Sex And The City allo Studio 54,  con riferimenti alle flapper girl degli anni trenta e ai mod degli anni 60, tutti spunti che hanno come filo conduttore donne con forti personalità.

I trend del passato incontrano quelli attuali creando dei mix inaspettati, che hanno conquistato star come Rihanna, Paris Hilton e Kim Kardashian che hanno posato con capi della maison per riviste di fama internazionale quali, rispettivamente, Paper, W e Wonderland, o Bella Hadid e Kendall Jenner che hanno invece indossato AREA per le strade di New York.

Tra le immagini ecco alcuni pezzi dell’ultima collezione uscita, la FW20, ma vi consigliamo di dare anche un occhio alla loro pagina instagram @area per ispirazioni e dettagli dei look.

Le collezioni di AREA sono acquistabili sul loro shop online area.nyc o da Luisaviaroma.com 

L'articolo BRAND DA TENERE D’OCCHIO: AREA sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
https://www.waitfashion.com/brand-da-tenere-docchio-area/feed/ 0
Come il design ridefinisce l’utilizzo degli oggetti: l’imperdibile co-lab tra Anissa Kermiche e Nodaleto https://www.waitfashion.com/come-il-design-ridefinisce-lutilizzo-degli-oggetti-limperdibile-co-lab-tra-anissa-kermiche-e-nodaleto/ https://www.waitfashion.com/come-il-design-ridefinisce-lutilizzo-degli-oggetti-limperdibile-co-lab-tra-anissa-kermiche-e-nodaleto/#respond Fri, 03 Apr 2020 08:00:52 +0000 https://www.waitfashion.com/?p=71275 Anissa Kermiche, un brand che sfida le convenzioni, portavoce di un accessorio audace dalla forte femminilità, incontra Nodaleto, un’identità ibrida che trova la sua ispirazione nelle linee iconiche dell’architettura degli anni ’70. Nodaleto nasce come un’etichetta creativa che va oltre

L'articolo Come il design ridefinisce l’utilizzo degli oggetti: l’imperdibile co-lab tra Anissa Kermiche e Nodaleto sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>

Anissa Kermiche, un brand che sfida le convenzioni, portavoce di un accessorio audace dalla forte femminilità, incontra Nodaleto, un’identità ibrida che trova la sua ispirazione nelle linee iconiche dell’architettura degli anni ’70. Nodaleto nasce come un’etichetta creativa che va oltre le scarpe.  Trasformare le forme della vita quotidiana in arte da indossare è la mission di questi due brand.  Le lampade così diventano orecchini e i dipinti si traducono in trame uniche e originali.

La collaborazione tra queste due realtà d’avanguardia è ispirata allo stile di vita che da un mese a questa parte tutti stiamo conducendo per fronteggiare l’emergenza COVID-19. Se non puoi indossare le scarpe a casa, noi creiamo delle scarpe ad hoc per la tua casa. Nodaleto x Anissa Kermiche lancia un pezzo di design originale che unisce i materiali ricercati del brand di accessori con le linee iconiche e distintive di Nodaleto.

Il classico stivale Bulla Corta si trasforma così in un vaso in ceramica, progettato in quattro tonalità specifiche dell’universo Nodaleto. Tutto si gioca sull’illusione e sulla de-costruzione del significato che attribuiamo agli oggetti. Citando l’opera iconica di René Magritte, Ceci n’est pas une pipe, anche Questa non è una scarpa, ma un pezzo d’arredamento imperdibile. Un oggetto di design capace di riflettere l’abilità creativa di reinventarsi in ogni occasione. Da oggi  disponibile sullo shop online Nodaleto!

Anche in questa primavera 2020, diversa da tutte le precedenti, ricordiamoci di dare spazio a nuove possibilità donando nuova vita agli oggetti che ci circondano.

Scopri la risposta di altri brand all’emergenza COVID-19!

L'articolo Come il design ridefinisce l’utilizzo degli oggetti: l’imperdibile co-lab tra Anissa Kermiche e Nodaleto sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
https://www.waitfashion.com/come-il-design-ridefinisce-lutilizzo-degli-oggetti-limperdibile-co-lab-tra-anissa-kermiche-e-nodaleto/feed/ 0
Slipper is the new Sneaker https://www.waitfashion.com/slipper-is-the-new-sneaker/ https://www.waitfashion.com/slipper-is-the-new-sneaker/#respond Fri, 03 Apr 2020 07:29:53 +0000 https://www.waitfashion.com/?p=71302 Il 2020 non è iniziato proprio come lo avevamo immaginato noi amanti delle Sneakers. Grandi attese per i nuovi lanci di Nike per Dior, la fashion week di Milano, non vedevamo l’ora di poter sfoggiare le nostre nuove Sneakers e

L'articolo Slipper is the new Sneaker sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>

Il 2020 non è iniziato proprio come lo avevamo immaginato noi amanti delle Sneakers.

Grandi attese per i nuovi lanci di Nike per Dior, la fashion week di Milano, non vedevamo l’ora di poter sfoggiare le nostre nuove Sneakers e i nostri splendidi outfit, e invece…..eccoci qui.

L’Australia in fuoco per mesi, un asteroide che sfiora la Terra e noi tutti travolti da una Pandemia, costretti in casa con le nostre “tutone” di pile, i nostri calzini di spugna e le nostre pantofole.

Ci rivediamo tutti un po’ in Drugo, diretti verso un supermercato in cerca di qualcosa per soddisfare la nostra voglia di “non so cosa”, vestiti solo con una vestaglia e delle ciabatte, come la scena iniziale del Grande Lebowsky.

La Pandemia ha cambiato il nostro stile di vita, il nostro modo di pensare, il nostro modo di lavorare, ci ha insegnato lo Smart Working, perfetto per gestire il lavoro da casa evitando di uscire senza rischiare la nostra salute, ma deleterio per noi amanti della moda, amanti delle Sneakers.

La mattina ci svegliamo, caffè, notizie del giorno, non si parla altro che di COVID-19, torniamo in camera per iniziare la nostra giornata, diamo un’occhiata al nostro armadio, cerchiamo qualcosa di comodo, nella maggior parte dei casi indossiamo una tuta, se siamo di buon umore cerchiamo qualcosa di colorato, per sentirci più vivi, poi l’occhio cade sulla nostra scarpiera….

Lì ci sono tutte le nostre Sneakers, ormai tristi, chiuse in quarantena ancor più di noi.Non possiamo indossarle in casa, non sarebbe igienico, non possiamo indossarle per fare una passeggiata, adesso non si può.

Quindi torniamo a guardare e ad indossare le nostre ciabatte da casa, che possono rispecchiare noi stessi in questo momento più di ogni altro indumento.

Infatti, c’è chi predilige comode pantofole chiuse e morbide, altri aperte e rigide, poi ci sono gli amanti degli zoccoli e perché no, chi ha sempre freddo e indossa degli scarponcini da casa, alcuni ci abbinano anche improponibili calzettoni di spugna ed ancora, i miei preferiti, quelli che utilizzano le ciabatte da mare.

 

 

Le Adilette colorate o le Havaianas con la splendida bandierina del Brasile sono capaci di confonderci per qualche istante e ci fanno ascoltare il fruscio del mare e il suono di qualche pandeiro in lontananza.

Questi rappresentano attimi di vita per noi sognatori che si fermano quando capiamo che ancora una volta abbiamo sostituito le nostre Sneakers con delle ciabatte.

Siamo coscienti di non volerlo fare, ma siamo costretti a farlo. Vorremmo sentire l’odore della pelle e del camoscio delle nostre blazer, ma non possiamo.

Purtroppo dobbiamo aspettare ancora e quando tutto questo sarà finito potremo tornare a vivere la nostra vita con tutti i nostri “vizi” che tanto amiamo indossare e che ci rendono speciali come solo noi sappiamo essere.

 

 

 

I sell out di cui ci raccontano i nostri amici negozianti sono incredibili, moltissimi siti di e-commerce, specializzati nelle vendite di Sneakers e scarpe sportive, stanno ricevendo dozzine e dozzine di ordini giornalieri di ciabatte.

Quindi vi state appassionando veramente a questa nuova moda, state pensando di farne un accessorio anche quando saremo fuori dalla pandemia?

 

 

Condividete sotto questo post il vostro look da divano, inviateci le foto delle vostre “ciabattine” fateci vedere come siete fashion anche nella vostra cucina e nel vostro salotto di casa!!!

L'articolo Slipper is the new Sneaker sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
https://www.waitfashion.com/slipper-is-the-new-sneaker/feed/ 0
Due icone di stile si incontrano per una capsule collection anni ’90: Levi’s® x Super Mario™ https://www.waitfashion.com/due-icone-di-stile-si-incontrano-per-una-capsule-collection-anni-90-levis-x-super-mario/ https://www.waitfashion.com/due-icone-di-stile-si-incontrano-per-una-capsule-collection-anni-90-levis-x-super-mario/#respond Thu, 02 Apr 2020 20:07:59 +0000 https://www.waitfashion.com/?p=71253 Svelata il mese scorso con un video-teaser su Twitter, la collaborazione tra le due icone internazionali, Levi’s® x Super Mario™ , ora è finalmente disponibile.  Dopo Star Wars, Disney e Stranger Things, è giunto il momento di un revival degli

L'articolo Due icone di stile si incontrano per una capsule collection anni ’90: Levi’s® x Super Mario™ sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
Svelata il mese scorso con un video-teaser su Twitter, la collaborazione tra le due icone internazionali, Levi’s® x Super Mario™ , ora è finalmente disponibile. 

Dopo Star Wars, Disney e Stranger Things, è giunto il momento di un revival degli anni ’90, capitanato da Super Mario™. Questa volta, Levi’s® omaggia il regno dei videogames ed il gioco-icona attraverso una capsule pop e sgargiante.

Levi’s® x Super Mario™ è una collezione dall’impronta streetwear, nella quale l‘intramontabile denim viene affiancato a stampe dai colori brillanti e accesi, e da grafiche che vedono come protagonisti tutti i personaggi del videogame: oltre a Mario, troveremo anche Yoshi, Toad, Luigi, Wario, Bowser, Boo, Peach, le monete ed i Power-Up come i Super Funghi e le Stelle. 

La collezione è completa: felpe, t-shirts, pantaloni, giacche, salopette e numerosissimi accessori come bandane, portafogli, tote bag e marsupi. Insomma, un’overview completa sul mondo del videogame più amato di tutti i tempi.

La capsule è adesso in vendita sul sito ufficiale Levi’s®

L'articolo Due icone di stile si incontrano per una capsule collection anni ’90: Levi’s® x Super Mario™ sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
https://www.waitfashion.com/due-icone-di-stile-si-incontrano-per-una-capsule-collection-anni-90-levis-x-super-mario/feed/ 0
Palace x Evisu una collezione dal carattere denim in uscita questa settimana https://www.waitfashion.com/palace-x-evisu-una-collezione-dal-carattere-denim-in-uscita-questa-settimana/ https://www.waitfashion.com/palace-x-evisu-una-collezione-dal-carattere-denim-in-uscita-questa-settimana/#respond Thu, 02 Apr 2020 13:29:02 +0000 https://www.waitfashion.com/?p=71070 Nuova settimana, nuovo drop da parte di Palace il quale dopo aver condiviso sul suo profilo Instagram un misterioso trailer, ci svela definitivamente la collaborazione con il Brand Evisu con il lancio ufficiale del Lookbook. Evisu Marchio di origine Giapponese

L'articolo Palace x Evisu una collezione dal carattere denim in uscita questa settimana sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>

Nuova settimana, nuovo drop da parte di Palace il quale dopo aver condiviso sul suo profilo Instagram un misterioso trailer, ci svela definitivamente la collaborazione con il Brand Evisu con il lancio ufficiale del Lookbook.

Evisu Marchio di origine Giapponese in voga negli anni ’90  e ’00, riprende ora l’onda con questa Capsule Collection con i principali capi in denim tra cui: una giacca, un jeans, un bucket hat e una shopping bag, impreziositi dal logo multicolore “Gull Wing“, accompagnato dal famosissimo “Tri-Ferg” del brand Londinese che possiamo trovare stilizzato su una varietà di felpe e t-shirt.

Il lancio della linea avverrà il 3 Aprile sul sito ufficiale di Palace e di Evisu.

Tutte le foto della Collezione nella gallery qui sotto:

 

 

In caso ve lo foste persi, potete leggere il nostro articolo La risposta dei Brands all’emergenza COVID-19.

.

L'articolo Palace x Evisu una collezione dal carattere denim in uscita questa settimana sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
https://www.waitfashion.com/palace-x-evisu-una-collezione-dal-carattere-denim-in-uscita-questa-settimana/feed/ 0
La risposta dei Brands all’emergenza COVID-19 https://www.waitfashion.com/la-risposta-dei-brands-allemergenza-covid-19/ https://www.waitfashion.com/la-risposta-dei-brands-allemergenza-covid-19/#respond Thu, 02 Apr 2020 09:01:52 +0000 https://www.waitfashion.com/?p=71088 Il 2020 definirà il futuro della moda. Con le restrizioni che la nostra quotidianità sta vivendo, il Coronavirus ha sicuramente catapultato l’esperienza mondiale in un nuovo ed inaspettato scenario apocalittico. Come hanno reagito i colossi della moda? Una delle industrie

L'articolo La risposta dei Brands all’emergenza COVID-19 sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
Il 2020 definirà il futuro della moda. Con le restrizioni che la nostra quotidianità sta vivendo, il Coronavirus ha sicuramente catapultato l’esperienza mondiale in un nuovo ed inaspettato scenario apocalittico. Come hanno reagito i colossi della moda?

Una delle industrie più produttive a livello economico, quella del fashion, non si è fatta intimidire, ed è subito partita una gara alla solidarietà.

Tra le varie iniziative ricordiamo le donazioni di denaro, attraverso raccolte fondi che brand come Gucci, guidato da Alessandro Michele, sta portando avanti per sostenere l’Organizzazione Mondiale della Sanità e la Protezione Civile. Per l’occasione la Maison sta divulgando messaggi positivi su tutti i suoi social, interrompendo la pubblicazione delle ultime campagne pubblicitarie e focalizzandosi sul lanciare un messaggio di speranza, accompagnando i suoi posts con gli hashtags #GucciCommunity e #StaySafe.

Anche Nike sta dimostrando il suo impegno per la comunità. Infatti, lo Swoosh ha stanziato 15 milioni e mezzo di dollari a favore di varie organizzazioni, e sta tutt’ora collaborando con un’università dell’Oregon per sviluppare attrezzature mediche. Nel frattempo, sui social ci fa sentire parte di un grande team.

Molte altre sono le aziende luxury attivamente impegnate, le quali hanno riconvertito la produzione industriale per fornire beni necessari e combattere il coronavirus. Così le eccellenze del Made in Italy si sono messe alla prova.

Armani e Versace sono stati i primi ad accorgersi della reale gravità del virus: infatti, Donatella Versace e sua figlia hanno donato, a Febbraio, un’ingente somma di denaro alla Cina, per poi rimarcare la loro presenza anche in Italia, devolvendo personalmente 200.000 Euro all’ospedale San Raffaele di Milano per il reparto di terapia intensiva.

Anche Armani ha da subito provveduto alla riconversione della produzione, occupandosi dei camici monouso per la protezione degli operatori sanitari e contribuendo economicamente a favore della Protezione Civile e degli ospedali Luigi Sacco, San Raffaele, Istituto dei Tumori di Milano e Spallanzani di Roma, continuando poi con l’ospedale di Bergamo, Piacenza e Versilia, con una donazione complessiva pari a 2 milioni di Euro.

Il gruppo Prada ha avviato nel suo stabilimento di Montone, Perugia, la produzione di 80.000 camici e 110.000 mascherine per aiutare i reparti sanitari della Regione Toscana.

La Fondazione Valentino Garavani, assieme al suo braccio destro Giancarlo Giammetti, ha donato 1 milione di Euro all’Ospedale Columbus COVID 2, inaugurato il 21 Marzo 2020. Ma la maison non si ferma: nel suo ultimo annuncio sui social, presenta l’iniziativa di Mayhoola, gruppo di cui fa parte il brand,  che contribuirà all’espansione del Madrid Hospital COVID-19 IFEMA donando 1 Milione di Euro. Nel frattempo ricopre il suo feed di Rosso Valentino e citazioni che danno speranza ai 13,8mil di followers.

Il marchio bergamasco Trussardi non poteva non aiutare la sua città d’origine. Ha quindi lanciato una raccolta fondi #ConBergamo e sta devolvendo il 100% del ricavato della propria piattaforma di e-commerce in favore dell’emergenza sanitaria.

Bulgari si è subito messo a lavoro insieme al partner di fragranze ICR, producendo flaconi di gel igienizzante da fornire alle strutture mediche: si parla di 6mila pezzi al giorno, fino ad arrivare a 200mila pezzi in due mesi, in aggiunta ad una cospicua donazione a favore dell’Ospedale Spallanzani. La bellezza di un Paese tanto amato come l’Italia viene condivisa anche nel suo ultimo post su Instagram.

Come in Italia, così anche all’estero: Un esempio è Dior, il quale ha riaperto i suoi ateliers in Redon, incentrando la propria produzione sulle mascherine, le quali saranno consegnate alle persone che combattono in prima linea questa emergenza.

“Burberry supports community”. E’ forte il messaggio diffuso dalla casa di moda inglese, la quale sta soddisfacendo le esigenze mediche a 360°. Il passaggio dalla realizzazione degli intramontabili trench, alla produzione di mascherine e camici è stato repentino; ha accelerato i tempi  di consegna, mettendo a disposizione il suo canale di distribuzione, per garantire un aiuto rapido e reale. Inoltre, ha stanziato un’ingente somma di denaro alle Università per la ricerca del vaccino contro la pandemia.

L’azienda Moncler non è da meno, e annuncia una donazione di 10 milioni di Euro per la costruzione di un ospedale specifico per i pazienti affetti dal COVID-19, nella città che gli ha dato tanto, Milano.

 

I social intanto stanno fermentando di post pieni di speranza.

New Balance, con il suo messaggio “Made shoes yesterday. Making masks today.”, si rende partecipe emotivamente della situazione, dimostrandosi pronto a rispondere alla forte richiesta di mascherine, ripensando le sue industrie.

Anche i brands più giovani stanno contribuendo con un messaggio positivo, invitando i loro follower a condividere la loro creatività attraverso dirette su Instagram (vedi Sunnei) e challenges.

Ed ancora, “We need poetry”, scrive la maison francese Jacquemus, la quale si sta impegnando a condividere progetti creati rigorosamente con “objets trouvés” a casa propria.

Ognuno fa ciò che può, con le risorse che ha. Il segreto è reinventarsi. Questo è il messaggio principale e la forza che ci porterà ad essere uniti.

L'articolo La risposta dei Brands all’emergenza COVID-19 sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
https://www.waitfashion.com/la-risposta-dei-brands-allemergenza-covid-19/feed/ 0
WRAD svela il volto sostenibile del fashion system https://www.waitfashion.com/wrad-svela-il-volto-sostenibile-del-fashion-system/ https://www.waitfashion.com/wrad-svela-il-volto-sostenibile-del-fashion-system/#respond Wed, 01 Apr 2020 18:41:34 +0000 https://www.waitfashion.com/?p=71082 Può una T-shirt cambiare il mondo? È nel cercare una risposta a questa domanda che Matteo Ward abbandona la sua carriera avviata in una famosa casa di moda per creare un proprio capo d’abbigliamento in grado di riscrivere il futuro

L'articolo WRAD svela il volto sostenibile del fashion system sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>

Può una T-shirt cambiare il mondo? È nel cercare una risposta a questa domanda che Matteo Ward abbandona la sua carriera avviata in una famosa casa di moda per creare un proprio capo d’abbigliamento in grado di riscrivere il futuro del fashion. Insieme ai due amici Silvia Giovanardi e Victor Santiago, Ward vuole restituire una voce sostenibile a un brand che non ha paura di rivoluzionare i canoni standardizzati e poco etici dell’industria tessile. Nasce così WRAD, un brand che svela il dietro le quinte del fashion system capace di aprirci gli occhi sulla vera storia dei nostri vestiti. Siamo spesso inconsapevoli di quello che può nascondersi dietro una semplice maglietta. Non ci facciamo domande e questo forse il nostro più grande problema. Matteo con il suo brand vuole riscrivere la storia dei nostri capi d’abbigliamento. Ci propone una nuova visione più consapevole e soprattutto più attenta agli impatti ambientali e umani. Le sue creazioni celebrano un pensiero sostenibile, portavoce di un cambiamento che coinvolge non solo le nostre vite, ma anche tutto ciò che ci circonda.

Il marchio WRAD pensa fuori dagli schemi del sistema moda e racconta un messaggio forte e concreto in grado di restituire il giusto valore agli oggetti che ci circondano. Le magliette della collezione Graphi-tee sono realizzate con cotone organico e sfruttano il processo di tintura dei tessuti con la polvere di grafite recuperata dallo scarto della produzione industriale. Non si tratta di una semplice maglietta in cotone biologico, ma di una vera rivoluzione che sfrutta le potenzialità dell’economia rigenerativa. Graphi-tee diventa un caso di successo tanto da vincere nel luglio 2017 il prestigioso RedDot Design Award “Best of the Best 2017” per l’innovazione sostenibile nel settore fashion.

Il carattere eco-sostenibile del brand si distingue per la volontà di creare un progetto a lungo termine con delle soluzioni capaci di aprire a una visione più trasparente e rispettosa. WRAD non è solo un semplice brand, ma una vera e propria call to action. Un’ispirazione in grado di guidarci ad uno stile di vita differente e perché no anche più umano. Si tratta di una visione quindi che da vita a un vero e proprio movimento animato dalla consapevolezza che ciò che indossiamo non può più rappresentarci più dal punto di vista valoriale.

La maglietta di Matteo è arrivata nel 2019 nel museo Salvatore Ferragamo con la mostra Sustainable Thinking. Un progetto che scopre un volto della moda senza maschere: autentico e alla ricerca di una nuova identità, un nuovo modo di essere e non solo di apparire.

Siamo cresciuti in un sistema pensato da altri e definito da canoni non sempre etici, ma niente ci impedisce di poterlo ripensare e ridisegnare con uno sguardo rivolto al futuro. Possiamo essere, come Matteo, dei rebels with a cause capaci di cambiare le cose con la sola forza delle nostre scelte.

Scopri anche la visione creativa di Balenciaga che denuncia i preoccupanti cambiamenti climatici con la sua collezione autunno-inverno 2020.

L'articolo WRAD svela il volto sostenibile del fashion system sembra essere il primo su Wait! Fashion.

]]>
https://www.waitfashion.com/wrad-svela-il-volto-sostenibile-del-fashion-system/feed/ 0